In questa sezione del museo puoi ripercorrere alcune tappe della storia del basket milanese dalle origini.

Storia milanese


Il torneo di Sanremo del 1953/54

Il torneo di Sanremo è sorto nel 1950 per iniziativa del presidente del Borletti Adolfo Bogoncelli e dello Sport Club Sanremo e alla sua prima edizione hanno partecipato, oltre alla squadra milanese risultata poi vincitrice per differenza canestri, il Partizan Belgrado, il Monaco, e il Villurbanne, giunte nell'ordine.

L'anno seguente il Borletti si confermò restando imbattuto al primo posto, davanti a P.U.C. Parigi, Racing Bruxelles, Stella Rossa Belgrado e Urania Ginevra.

Anche nella terza edizione le “Scarpette Rosse” primeggiarono, precedendo Antwerpsa Anversa, Juventud Badalona, Racing Parigi e Trust Troopers ( selezione di soldati U.S.A disloccati dall'ONU a protezione di Trieste Libera).

Fino alla III edizione questo torneo è stato un' importante manifestazione internazionale di pallacanestro che ha avuto successo di pubblico e molto spazio sui giornali.

Alla IV edizione il Torneo Internazionale di Sanremo ha fatto un salto di qualità, e deve considerarsi per importanza dei partecipanti la prima Coppa dei Campioni Europea ante litteram.

I partecipanti erano infatti i campioni nazionali d'Italia (Borletti), di Francia (P.U.C.), di Spagna (Real Madrid), di Grecia (Panellinios) e d'Egitto (Club Saint- Marc).

Per gli addetti ai lavori non c'era una squadra favorita per la vittoria.

Il St. Marc di Alessandria d'Egitto, allenata dall' Italiano Camilleri, aveva ben sei giocatori della nazionale. L'esperto capitano Catafago e il tiratore ad una mano Sabounghi erano i migliori. Il St. Marc puntava sul ritmo forsennato che imprimeva al gioco, veramente asfissiante.

La pallacanestro egiziana era molto evoluta grazie al coach Italiano, Carmine Nello Paratore che ha condotto nel 1949 la loro rappresentativa nazionale alla vittoria del Campionato Europeo, disputatosi al Cairo.

L' Olimpia Borletti in campionato non era parsa in buona forma ma poteva contare su due autentici frobolieri: Sergio Stefanini e Romeo Romanutti.

I Francesi del P.U.C. ( Paris Universitè Club) squadra molto combattiva e dal gioco in velocità, che erano imbattuti nel campionato transalpino, annoveravano l'asso Salignon, il bravo Plaque e due mulatti Antoine ed Owen.

Il Real Madrid si presentava con Guillermo Galindez e Freddy Borras, due autentici fuoriclasse naturalizzati spagnoli ma di scuola portoricana, l'isola è un protettorato Statunitense.

I Greci del Panellinios, erano una squadra molto atletica, i loro punti di forza erano il pivot Aristidis Roubanis, che deteneva il record ellenico di salto con l'asta con 4,23 e Mimis Stefanidis che l'anno successivo diventerà il primo giocatore straniero nel dopoguerra del campionato Italiano, indossando la maglia dell'Olimpia Milano.

Nella giornata inaugurale del 28 dicembre dapprima il Saint-Marc ha inaspettatamente vinto 77-58 contro il Real Madrid. Si sono ben distinti  Sabounghi con 21 punti e Catafago con 16 tra gli Alessandrini, Borras 21 e Galindez 14 tra i Parigini.

Nel secondo incontro, che è stato sospeso per l'oscurità quando mancavano 3' e 58” dal termine, il Borletti era in svantaggio contro il P.U.C. 48-45 ( 28-24). Molte polemiche sono seguite poi per all' annullamento dell'incontro.

P.U.C. 48: Planque 6, Bertheux 1, Gravas 4, Pointud, Huguet 9, Salignon 18, Antoine 10, Owen, Garnier, Flacuiere.
Borletti 45: Rubini 1, Stefanini 18, Romanutti 11, Pagani 8, Sforza, Gamba 5, Padovan 2, Reina, Riganti, Galletti.

Il 29 dicembre il St. Marc grazie ad un ritmo infernale e agli ottimi Sabounghi (13) e Catafago ( 18) ha battuto di misura i francesi del P.U.C. 58-54 (27-30), tra i quali hanno brillato il tiratore Bertheux ( 21) e il pivot Salignon (12).

A seguire si è disputata la partita Borletti – Panellinios vinta dai Milanesi 59-56 (30-27) che dopo essere stati in vantaggio 57-47 si sono fatti quasi raggiungere (57-56). Si è visto il bel gioco solo a tratti, alternato a momenti di confusione in campo. Alberto Reina è stato l'artefice del canestro della vittoria  allo scadere del tempo. Tra i Greci hanno destato un' ottima impressione Mimis Stefanidis e Rubanis A. C'è stat molta imprecisione nei tiri liberi per entrambe le contendenti

Borletti 59: Rubini 7, Pagani 4, Romanutti 16, Stefanini 19, Gamba 9, Reina 4, Padovan, Sforza, Galletti, Riganti.
Panellinios 56: Cohvelas 4, Roubanis A.15, Roubanis G. 6, Papadimas 10, Manias 8, Stefanidis 13, Xenos, Anagnostopoulos, Zagoreus, Mavroleo, Cristeas.

Usciti per 5 falli: Papadimas, Manias, Gamba.
Tiri liberi: Borletti 11 su 27, Panellinios 16 su 36.

Il 30 dicembre, si sono disputate due partite entrambe molto combattute e dall'esito incerto fino alla fine: Borletti 63 – St. Marc 61 (31-37) e Panellinios – Real Madrid 60-58 (40-28).

Il Borletti è sceso in campo con Rubini, Sforza, Pagani, Romanutti, Stefanini, dopo pochi minuti Gamba è subentrato a Sforza per contrastare meglio la velocità degli Egiziani. Romanutti va a bersaglio più volte dall'angolo mentre Stefanini sbaglia canestri facili perchè ha il sole negli occhi. Gli Alessandrini prevalgono ai rimbalzi e fuggono in contropiede. Sul punteggio 8 -18, Rubini passa dalla difesa a zona a quella a uomo per cercare di recuperare. Finalmente le “ Scarpette Rosse” reagiscono, Stefanini segna due canestri, Pagani ruba palla marca due punti (16-20). Il St. Marc è superiore nel gioco e i Milanesi arrancano. Il Borletti è sotto di 4 all'intervallo.

Alla ripresa del gioco i giocatori di Bogoncelli sembrano più determinati, Romanutti pareggia (44-44), poi il punteggio è altalenante. Catafago e Sabounghi riportono avanti il St. Marc, Stefanini ristabilisce la parità, Sforza cattura un rimbalzo e segna. La partita si innervosisce e commettono errori sia Sabounghi che Padovan.

Stefanini con 2 tiri liberi porta i suoi in vantaggio 61-58, ma Arraman prima accorcia e poi con un libero pareggia a 12 “ dall fischio finale. Il pareggio era consentito dal regolamento, ma Rubini non si accontenta e vuole vincere. Stefanini si invola a canestro ed allo scadere segna.

Borletti 63: Rubini 2, Stefanini 26, Pagani 4, Romanutti 25, Gamba 2, Sforza 2, Reina 2, Padovan, Galletti, Riganti.
St. Marc 61:Catafago  9, Sabounghi 14, Mansour 11, Rizgallah 1, Asfar, Chalhoumb 9, Arraman 15, Cremlis 2, Caputi, Nohra, Kachami, Tarabo.

Esciti per cinque falli Gamba, Romanutti, Pagani, Cremlis, Mansour.
Tiri liberi: Borletti 15 su 32, St. Marc 13 su 33

La partita successiva ha visto i Greci sempre avanti nel punteggio contro gli Spagnoli. Il primo tempo si è chiuso nettamente a favore del Panellinios 40-28. I Madrileni si sono fatti sotto solo verso la fine della partita che è termina con la loro sconfitta per soli 2 punti. Da segnalare i 22 punti del greco Stefanidis e i 23 dello spagnolo Galindez.

Il 31 dicembre il Borletti rigioca e riperde il recupero contro il P.U.C. 63-59 (32-25) disputando una brutta partita senza grinta. Romanutti e Pagani sembrano non aver recuperato le energie spese il giorno precedente e  Rubini ha tardato troppo a passare dalla difesa a zona a quella individuale. Antoine è stato incontenibile. Al 14' del secondo tempo il distacco era di 16 punti che sono stati parzialmente recuperati nel finale grazie ai canestri di Padoan, di Galletti e di Stefanini. Partita nervosa e molto fallosa.

Borletti 59: Rubini 8, Stefanini 26, Romanutti 3, Pagani, Gamba 8, Sforza 1, Reina, Padovan 9, Galletti 4, Riganti.
P.U.C. 63: Planque 12, Bertheux 12, Gravas 7, Pointud 1, Huguet 1, Salignon 8, Antoine 27, Owen, Garnier, Flacuiere.

Usciti per 5 falli: Pagani, Romanutti, Salignon, Antoine, Gamba, Bertheux e Stefanini.
Tiri liberi: P.U.C. 23 su 37, Borletti 17 su 28.

Nel pomeriggio il Panellinios ha sconfitto seccamente il St. Marc 77-50 (33-13) e il Real Madrid ha battuto di misura il P.U.C. 62-55 (29-29), che era stanco per la doppia fatica giornaliera.

Il 1° gennaio è ancora incerto il vincitore.

Si inizia con Panellinios contro P.U.C. che termina 65-46 (27-16), partita a senso unico perchè i Francesi ormai tagliati fuori dalla vittoria finale lasciano a riposo i loro migliori giocatori.

Termina la manifestazione con la partita decisiva tra Borletti e Real Madrid. L'incontro è sempre stato in equilibrio e ben giocato da entrambe le formazioni. Galindez in giornata di vena, sforacchia da tutte le posizioni e neanche l'attenta guardia che il giovane Gamba gli monta lo contiene. Stefanini ed in parte Romanutti bilanciano i canestri spagnoli. Gli arbitri El Sayed ( Egitto ) e Layre ( Francia) fischiano molti falli, 67 i tiri liberi totali, ma non incidono sull'esito dell'incontro. La differenza tra le due compagini l'ha fatta l'esperienza ed il carattere di Rubini che con le sue belle giocate risulta determinante per la vittoria 58-52 (24-25).

Borletti 58: Rubini 5, Stefanini 20, Romanutti 16, Pagani 9, Gamba 6, Sforza, Reina 2, Padovan, Galletti, Riganti.
Real Madrid 52: Borras 8, Galindez 26, Pinedo 4, Bonet 11, Trujillano 3, Munoz, Garrido, Alcantara, Martinez, Joanna; Decede.

Usciti per 5 falli: Trujlliano al 1', Gamba al 7' e Pagani al 18' del secondo tempo.
Tiri liberi:  Borletti 22 su 33, Real Madrid 22 su 34.

Il Borletti Milano si aggiudica così anche la IV edizione del Torneo Internazionale di Sanremo, senza aver brillato a causa di una condizione di forma non ottimale. Al termine dell'incontro Rubini riconosce di aver avuto la sorte favorevole ed ha parole di elogio per il giovane Sandro Gamba, il quale non trattiene le lacrime.

CLASSIFICA FINALE

  1. BORLETTI
  2. PANELLINIOS
  3. St. MARC
  4. REAL MADRID
  5. PUC